Placeholder image
Microprogetti Caritas, la rivoluzione dei piccoli passi

Condividi:

«L’umanità deve prendere coscienza della necessità di cambiamenti di stili di vita, di produzione e di consumo». Così afferma con forza papa Francesco nell’enciclica Laudato Si’, sulla “cura della casa comune”, datata 24 maggio 2015, solennità di Pentecoste. A distanza di tre anni Caritas Italiana pubblica il suo 37° Dossier con Dati e Testimonianze “La rivoluzione dei piccoli passi. Microprogetti di autosviluppo: il mondo in cammino”  per spiegare l’importanza dei Microprogetti. In 50 anni Caritas ne ha realizzati 14.000 in ambito economico, sociale e sanitario, in oltre 150 Paesi per un importo complessivo di 40 milioni di euro.

Grazie al ponte che crea fra due comunità, in Italia e all’estero, il microprogetto permette nel piccolo di cogliere le interdipendenze tra i Paesi nel mondo, di mettere in discussione le politiche e gli stili di vita. L’efficacia pedagogica del microprogetto nasce dal collocare due realtà diverse in una relazione di solidarietà e giustizia, imparando a conoscere i bisogni di un territorio impoverito; e, al tempo stesso, unendo gli sforzi per trovare insieme una risposta di sviluppo e futuro.


Argomenti: Cei Chiesa in Italia
Tag: Caritas Italiana Dossier microprogetti
Fonte: UCS