Placeholder image
GMCS2019. La diocesi di Roma arriva sui social e amplia la sua presenza sui media

Condividi:

«Una rete non fatta per intrappolare, ma per liberare, per custodire una comunione di persone libere. La Chiesa stessa è una rete tessuta dalla comunione eucaristica, dove l’unione non si fonda sui “like” ma sull’“amen”, con cui ognuno aderisce al Corpo di Cristo, accogliendo gli altri». Così scrive Papa Francesco nel Messaggio per la Giornata mondiale delle comunicazioni sociali 2019, che si celebrerà il 2 giugno, e che ha per tema «“Siamo membra gli uni degli altri (Ef. 4,25). Dalle social network communities alla comunità umana». Proprio per «essere sempre più comunità», da oggi, 24 gennaio, memoria liturgica di san Francesco di Sales, patrono dei giornalisti e dei comunicatori, la diocesi di Roma arriva, per la prima volta, sui social media: come “diocesidiroma” sarà presente su Facebook, Twitter e Instagram. «Il nostro obbiettivo – spiega don Walter Insero, direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali della diocesi di Roma – è testimoniare la vicinanza della comunità cristiana di Roma alla gente, con un atteggiamento di ascolto, di accoglienza e di condivisione. Per questo bisogna comunicare, fare rete e coinvolgere tutti, aperti a dialogare con credenti e non credenti».

Nell’ottica di una comunicazione integrata, la diocesi di Roma utilizza numerosi media, dai più tradizionali a quelli più amati dalle giovani generazioni. Ecco, allora, che allo storico settimanale Roma Sette – in edicola ogni domenica con Avvenire – e al sito di informazione Romasette.it – con aggiornamenti quotidiani sulla realtà locale e una speciale attenzione al Sud del mondo –, si va ad affiancare una nuova presenza in televisione, grazie a una stretta collaborazione con Telepace Roma. «Ben volentieri Telepace, che è presente dal 1990 a Roma, dà voce all’attività della diocesi del Papa sul suo canale. Noi ci siamo con grande piacere», sottolinea don Claudio Savio, direttore di Telepace Roma. Ancora, si consolida l’ormai ultraventennale sinergia con Radio Vaticana Italia, con un nuovo programma che andrà in onda dal mese di febbraio, intorno alle 12.30, dopo l’Angelus del Santo Padre, tutte le domeniche e i festivi.

Come detto è di oggi, invece, l’apertura ai social network, con la denominazione “diocesidiroma”. «Utilizzeremo Facebook, Twitter, Instagram – dichiara ancora don Insero – per testimoniare a tutti i nostri fratelli e sorelle che incontriamo sul web la gioia della fede per aver incontrato Gesù. Non vogliamo solo essere presenti, ma abitare questa realtà per promuovere una cultura dell’incontro e tendere alla creazione di autentiche comunità».

Per le comunicazioni istituzionali, la diocesi di Roma ha anche un sito internet, www.diocesidiroma.it, sul quale sono disponibili, tra l’altro, l’annuario diocesano, l’agenda con gli appuntamenti, i discorsi e le omelie del cardinale vicario Angelo De Donatis, l’elenco completo delle parrocchie e degli enti diocesani con relativi contatti. «Un sito aperto e in continua evoluzione, che vuole dare anche notizia di quello che succede non solo negli organismi diocesani, ma nelle parrocchie e sul territorio», precisa don Massimo Cautero, direttore del Centro elaborazione dati del Vicariato di Roma.


Argomenti: Comunicazione
Tag: Comunicazione social network
Fonte: UCS