Placeholder image
Gmcs2019. “Dalla community alla comunità…al cinema”. Una proposta per il territorio

Condividi:

18 Schede film per aiutare la pastorale ad approfondire il Messaggio per la 53a Giornata mondiale delle comunicazioni sociali. Commissione nazionale valutazione film e Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali CEI insieme per mettere in campo sul territorio cineforum, dibattiti, incontri, meditazioni e seminari.

In occasione della diffusione del Messaggio di papa Francesco per la 53a Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, «“Siamo membra gli uni degli altri” (Ef 4,25). Dalle social network communities alla comunità umana», la Commissione nazionale valutazione film e l’Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali della Conferenza Episcopale Italiana, attraverso il nuovo portale informativo CEInews.it, propongono un ciclo di 18 film. Una proposta ragionata di titoli recenti, dell’ultima stagione cinematografica, disponibili in home video, per approfondire il tema del Messaggio del Papa in ambito pastorale, educativo, didattico e familiare.

A partire da venerdì 1° febbraio verranno diffuse, con cadenza settimanale, sui portali CEInews.it e Cnvf.it le schede di approfondimento cinematografico di taglio pastorale ed educativo per utilizzare il film in ogni contesto. Una ricca proposta di 18 titoli sino all’appuntamento della Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, domenica 2 giugno.

 

Un ciclo di 18 film che parte da Wim Wenders

Il film di apertura dell’iniziativa è l’opera di Wim Wenders “Papa Francesco. Un uomo di parola”, un ritratto visionario e poetico di papa Bergoglio impegnato nel tessere relazioni, nella comunità e nella Rete. Seguiranno poi titoli appartenenti ad autori, generi e industrie culturali differenti: dall’Oscar 2018 “La forma dell’acqua” di Guillermo del Toro allo sguardo nelle periferie disperse di Edoardo De Angelis con “Il vizio della speranza”, tra sofferenza e riscatto. Ancora, pagine educational di taglio familiare come “Wonder” di Stephen Chbosky e “Tito e gli alieni” di Paola Randi, oppure testimonianze di impegno civile come “22 luglio” di Paul Greengrass sugli attentati di Oslo del 2011 – film diffuso attraverso la piattaforma Netflix – o il coraggio di non arrendersi con la storia di Jeff Bauman in “Stronger” di David Gordon Green.

Gli altri titoli da ricordare sono: “Quasi nemici” di Yvan Attal, “First Man” di Damien Chazelle, “Ricomincio da noi” di Richard Loncraine, “La casa sul mare” di Robert Guédiguian, “L’ora più buia” di Joe Wright, “Lazzaro felice” di Alice Rohwacher, “Come un gatto in tangenziale” di Riccardo Milani, “La mélodie” di Rachid Hami, “A Private War” di Matthew Heineman, “Il gioco delle coppie” di Olivier Assayas, “Ralph spacca internet” di Phil Johnston e Rich Moore.

Massimo Giraldi: “Una proposta per la comunità”

“Per il quarto anno consecutivo la Commissione film della CEI, insieme all’Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali, propone il cinema come terreno di incontro e riflessione sul tema della Giornata mondiale delle comunicazioni sociali”. Sottolinea così Massimo Giraldi, Presidente della Cnvf, che aggiunge: “con il Direttore don Ivan Maffeis abbiamo deciso quest’anno di amplificare la diffusione delle schede film anche attraverso il nuovo portale CEInews.it. È un’iniziativa pensata per valorizzare il contributo sempre fecondo e attuale del cinema nelle nostre comunità, per coinvolgere giovani e adulti. Le schede film pastorali saranno utili per tutti coloro che desiderano mettere in campo cineforum, dibattiti, incontri, meditazioni e seminari. Un sussidio agile e pratico rivolto ad animatori, sacerdoti, insegnanti, catechisti e famiglie”.

Portali web e canali social dedicati

Le schede verranno pubblicate sul sito www.CEInews.it dell’Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali, così come sui canali social Facebook e Twitter UCS, nonché sul sito della Commissione nazionale valutazione film www.cnvf.it (sezione “Sguardi di fede”). Per maggiori informazioni sul percorso e per chiarimenti sulle proposte, in relazione al pubblico di riferimento: ucs@chiesacattolica.it; cnvf@chiesacattolica.it.

 

Piano dell’opera

  1. 1° febbraio: “Papa Francesco. Un uomo di parola” (2018) di Wim Wenders
  2. 8 febbraio: “La forma dell’acqua” (2018) di Guillermo del Toro
  3. 15 febbraio: “Wonder” (2017) di Stephen Chbosky
  4. 22 febbraio: “Stronger” (2018) di David Gordon Green
  5. 1° marzo: “Quasi nemici” (2018) di Yvan Attal
  6. 8 marzo: “First Man” (2018) di Damine Chazelle
  7. 15 marzo: “Ricomincio da noi” (2018) di Richard Loncraine
  8. 22 marzo: “La casa sul mare” (2018) di Robert Guédiguian
  9. 29 marzo: “L’ora più buia” (2018) di Joe Wright
  10. 5 aprile: “Tito e gli alieni” (2018) di Paola Randi
  11. 12 aprile: “22 July” (2018) di Paul Greengrass
  12. 19 aprile: “Lazzaro felice” (2018) di Alice Rohwacher
  13. 26 aprile: “Come un gatto in tangenziale” (2018) di Riccardo Milani
  14. 3 maggio: “La mélodie” (2018) di Rachid Hami
  15. 10 maggio: “A Private War” (2018) di Matthew Heineman
  16. 17 maggio: “Il gioco delle coppie” (2018) di Olivier Assayas
  17. 24 maggio: “Il vizio della speranza” (2018) di Edoardo De Angelis
  18. 31 maggio: “Ralph spacca internet” (2019) di Phil Johnston, Rich Moore


Argomenti: Cinema
Tag: #GMCS2019 WebDoc
Fonte: UCS