Placeholder image
Mafie. In libreria “Don Peppe Diana e la caduta di Gomorra” di Luigi Ferraiuolo

Condividi:

In occasione del 25° anniversario dell’uccisione di don Peppe Diana da parte della camorra (19 marzo 1994), esce domani 22 febbraio in libreria, per le Edizioni San Paolo, “Don Peppe Diana e la caduta di Gomorra. Un sacerdote e la sua gente rinnovano il loro mondo” di Luigi Ferraiuolo, giornalista e redattore di Tv2000. La Prefazione è stata scritta da Elisabetta Soglio, direttrice di “Corriere Buone Notizie” del Corriere della Sera. La Postfazione è stata curata da Antonello Velardi, sindaco di Marcianise sotto protezione e giornalista, capo redattore centrale de Il Mattino.
Il libro racconta la caduta di Gomorra innescata dal martirio di don Giuseppe Diana, il 19 marzo 1994, dal contesto sociale in cui maturò il suo omicidio – in quegli anni una piccola parte del Casertano era come l’Iraq durante la guerra all’Isis, realtà di cui ancora il nostro Paese non si rende conto – alla rivolta culturale e umana di una piccola fetta di resistenti che hanno creato un mondo diverso con cooperative sociali di ragazzi disabili o disagiati o ex detenuti che sono diventate ristoranti o vere e proprie imprese. Un impegno che dopo venticinque anni comincia a diventare evidente e che si oppone al ritorno concreto della camorra, non solo nel Casertano ma nel resto d’Italia. Perché se i Casalesi, il più violento e potente clan di camorra mai esistito, sono stati sconfitti militarmente, il loro tesoro economico e il mondo dei colletti bianchi collegato non è mai stato scoperto, ma chi fa fruttare per il bene i loro patrimoni toglie le radici al ritorno del male. 

Leggi il comunicato stampa


Argomenti: Cultura
Tag: libri Luigi Ferraiuolo Peppe Diana
Fonte: UCS