Placeholder image
WeCa: i nostri siti indicizzati bene su Google

Condividi:

Ottavo appuntamento del secondo anno di tutorial WeCa, in compagnia del presidente Fabio Bolzetta e di Francesca Triani. Stavolta si parla di indicizzazione dei nostri siti su Google.
Ecco il video e il testo.

In questo nuovo tutorial WeCa vi aiuteremo a conoscere ed usare uno strumento tra i più diffusi nel settore SEO, acronimo di Search Engine Optimization, ovvero l’ottimizzazione per motori di ricerca. Stiamo parlando di Yoast, un plug-in molto diffuso, usato da più di 5 milioni di utenti e installabile gratuitamente sui siti gestiti con WordPress. Yoast è uno strumento gratuito che viene rilasciato anche nella versione Premium (a pagamento) con maggiori funzionalità.

Le ricerche su Google o su altri motori di ricerca avvengono attraverso le parole chiave. Quindi le keywords (il termine inglese utilizzato appunto per indicare le parole chiave) che utilizzeremo all’interno delle nostre pagine web saranno determinanti per farci trovare in Rete in modo corretto e coerente.

Molte buone pratiche in ambito SEO invitano ad individuare queste parole chiave prima ancora di scrivere un articolo. Ricordiamoci quindi che una volta scritto l’argomento di nostro interesse bisognerà focalizzarsi sulla domanda “per quale/i parola/e chiave un utente dovrebbe visualizzare questa pagina?”. Un volta risposto a questa domanda avremo chiara quale sarà la keyword principale da scegliere e potremo utilizzarla come riferimento per il nostro contenuto.

Dopo aver installato Yoast SEO, potrete accedere alla dashboard (la plancia di gestione di un sito) facendo clic sulla nuova scheda SEO nel pannello di amministrazione di WordPress.

Yoast è uno strumento utile anche per gestire le informazioni “Open Graph”, ovvero quel protocollo che si riferisce a tutte le informazioni presenti nelle pagine web e necessarie per una corretta condivisione sui social. Grazie a Yoast queste informazioni possono essere facilmente modificate tramite le TAB, ovvero gli specifici controlli grafici presenti sul sito, “snippet” e “social”. Ma cos’è uno snippet? E’ un termine che si usa per indicare una porzione di codice che viene estratto da una pagina web per essere messo a disposizione degli utenti di Internet.

Come posso inserire una parola chiave alle mie pagine?

E’ molto semplice, dopo l’installazione del plug-in troverete, sotto l’editor di WordPress il Meta Box Yoast SEO e sarà lo strumento con cui interagirete maggiormente.

Dal meta box potrete analizzare i contenuti che avete inserito in base alla qualità tecnica e leggibilità visualizzando, in alcuni casi, come migliorarne l’ottimizzazione in base ai parametri suggeriti direttamente da Yoast.

Sarà possibile anche configurare le impostazioni relative al modo in cui i contenuti potranno apparire in Google e all’interno dei social media, sempre grazie a semplici operazioni effettuate dall’interfaccia di Yoast.

WeCa vi consiglia sempre di consultare le documentazioni ufficiali di ogni strumento o software web. Nel caso di Yoast vi suggeriamo un un tutorial tecnico completo e in lingua italiana.

Trovate il link a questo indirizzo: https://kinsta.com/it/blog/yoast-seo/


Argomenti: Comunicazione
Tag: Associazione WeCa Google internet tutorial web
Fonte: UCS