Placeholder image
GMCS2020. La comunicazione umana e spirituale al tempo del Covid: speciale di Vatican News

Condividi:

“Desidero dedicare il Messaggio di quest’anno al tema della narrazione, perché credo che per non smarrirci abbiamo bisogno di respirare la verità delle storie buone: storie che edifichino, non che distruggano; storie che aiutino a ritrovare le radici e la forza per andare avanti insieme. Nella confusione delle voci e dei messaggi che ci circondano, abbiamo bisogno di una narrazione umana, che ci parli di noi e del bello che ci abita. Una narrazione che sappia guardare il mondo e gli eventi con tenerezza; che racconti il nostro essere parte di un tessuto vivo; che riveli l’intreccio dei fili coi quali siamo collegati gli uni agli altri. Così il Papa in un passaggio del messaggio per la 54.ma Giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali che la Chiesa celebra domenica 24 maggio 2020 sul tema “Perché tu possa raccontare e fissare nella memoria” (Es 10, 2) La vita si fa storia”. La Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali fu istituita nel 1967 da Paolo VI come riflessione sull’impiego dei nuovi media in ambito ecclesiale e sociale.

Intervengono:

Vincenzo Corrado, direttore Ufficio Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale italiana su messaggio del Papa;

Antonello Riccelli, vice presidente nazionale UCSI, Unione Cattolica Stampa Italiana, caporedattore centrale di “Granducato Tv”, emittente televisiva toscana;

Conduce: Luca Collodi

Ascolta il programma


Argomenti: Comunicazione
Tag: #GMCS2020 ucsi Vincenzo Corrado
Fonte: UCS