Placeholder image
GMCS2020. Le voci dal territorio di chi… “scrive sul cuore”

Condividi:

“Tessere storie, narrare, costruire comunità e scrivere sul cuore”. Comunicare è tutto questo e molto di più. Lo sanno bene i direttori degli uffici diocesani per le comunicazioni sociali che sono orecchie e voce dei territori, professionisti e testimoni. Sono alcuni di loro, insieme al direttore dell’Ufficio nazionale Cei, Vincenzo Corrado, a commentare il Messaggio del Papa per la 54ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali. “Narrare – spiegano – è consegnare la propria vita nelle mani del prossimo; far emergere l’inatteso e lo straordinario in ogni evento, anche quello all’apparenza più insignificante; non raccontare di sé, ma comunicare con la propria vita”. Comunicare, sottolineano, significa “saper scegliere le parole per non fomentare l’odio e le divisioni”, “usarle non per giudicare ma per solleticare la coscienza”, “dare voce alla speranza, annunciando la Parola con parole nuove”. Una sfida, una missione, uno stile.


Argomenti: Comunicazione
Tag: #GiornataMondialeComunicazioniSociali2018 #GMCS2020 Diocesi Vincenzo Corrado
Fonte: UCS