Placeholder image
Weca #30: Telegram, reale alternativa a WhatsApp?

Condividi:

“Telegram, reale alternativa a WhatsApp?” è il titolo del tutorial WeCa disponibile sul sito www.webcattolici.it, su Youtube e su www.facebook.com/webcattolici. Introdotto dal presidente WeCa Fabio Bolzetta e condotto da Alessandra Carenzio su testo di Danilo Di Leo, il tutorial illustra Telegram, un’alternativa semplice, leggera e sicura alle altre app di messaggistica come WhatsApp, Messenger e Instagram Direct. Tra i punti di forza dell’app il fatto che i dati siano in cloud risultando dunque meno dispendiosa per la memoria dei cellulari.

Bisogna però prestare attenzione al lato sicurezza: «Telegram non ha la crittografia end-to-end come impostazione predefinita (se non nelle chat segrete) – spiega il tutorial – per cui in caso di attacco hacker ai server, i dati degli utenti e i contenuti scambiati non saranno al sicuro da occhi indiscreti».

I tutorial WeCa sono una proposta dell’Associazione WebCattolici Italiani (WeCa) in sinergia con l’Ufficio nazionale per le Comunicazioni Sociali della Cei e il Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media all’Informazione e alla Tecnologia (Cremit) dell’Università Cattolica di Milano. Oltre alla diffusione tramite i social network e sul sito www.weca.it, i tutorial vengono trasmessi sulle televisioni del circuito CoralloSat, sono in podcast su Spotify e sulla skill WeCa sui dispositivi Alexa.

La novità principale di questa terza stagione dei Tutorial WeCa è la collaborazione con la Pontificia Academia Mariana Internationalis (PAMI): l’ultimo tutorial di ogni mese sarà dedicato alla figura di Maria in rapporto al mondo della comunicazione.

 


Argomenti: Comunicazione
Tag: Associazione WeCa Cremit social network Telegram WhatsApp
Fonte: UCS