Diocesi La Spezia: Progetti di inclusione sociale-lavorativa e di volontariato dei richiedenti asilo
Diocesi La Spezia: Progetti di inclusione sociale-lavorativa e di volontariato dei richiedenti asilo

Condividi:

Un progetto di inclusione sociale-lavorativa e di volontariato dei richiedenti asilo nato nella Diocesi di La Spezia-Sarzana-Brugnato. Prende il via nel 2016, Integr-Azioni si ispira al modello dell’agricoltura sociale, che connette l’agricoltura e la salvaguardia del territorio con il welfare locale, facendole diventare uno strumento di coesione, inclusione sociale e sviluppo territoriale. Il progetto – promosso e sostenuto dalla Fondazione Carispezia in collaborazione con Caritas Diocesana La Spezia-Sarzana-Brugnato, Confagricoltura, CIA-Confederazione Italiana Agricoltori, Parco Nazionale delle Cinque Terre – si pone l’obiettivo di offrire attività formative e opportunità lavorative concrete, attraverso lo strumento delle borse lavoro, a soggetti svantaggiati e a rischio di esclusione sociale: giovani migranti e italiani residenti nel nostro territorio che si trovano in una condizione di disagio lavorativo e che quindi necessitano di strumenti e competenze spendibili in contesti occupazionali mirati.

Nell’ultimo anno Integr-Azioni ha coinvolto 35 persone in attività di manutenzione degli spazi pubblici, del verde e salvaguardia del territorio. Ogni anno circa la metà dei beneficiari è costituita da nuovi inserimenti secondo una logica di turnazione volta a garantire il maggior accesso possibile al progetto.

Nel 2017, inoltre, accanto al settore di intervento agricolo, è stato inserito in via sperimentale, in collaborazione con ANCE La Spezia, quello edile: il corso di formazione organizzato dalla Scuola Edile Spezzina e rivolto, oltre alla formazione teorica e quella relativa alla sicurezza, a effettuare un’attività di formazione pratica presso la cinquecentesca Chiesa di Argigliano, a Casola in Lunigiana, dove sono state realizzate opere di restauro e consolidamento sotto la supervisione della Soprintendenza di Lucca.

L’inserimento lavorativo presso alcune aziende agricole o specializzate nella manutenzione del territorio in generale ha permesso di offrire percorsi altamente professionalizzanti in grado di aumentare la possibilità di portare il beneficiario ad un percorso occupazionale stabile. Dall’inizio di Integr-Azioni 8 beneficiari sono stati infatti assunti da aziende agricole/cooperative del territorio, confermando il buon andamento del progetto e l’impatto sul territorio in termini di reale inclusione sociale e lavorativa.

Continua a leggere

Argomenti: Chiesa in Italia