Il messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Festival della Dottrina Sociale. Libertà: “Si conquista con fatica e sofferenze e si consolida con la forza del diritto”
Il messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Festival della Dottrina Sociale. Libertà: “Si conquista con fatica e sofferenze e si consolida con la forza del diritto”

Condividi:

“La libertà si conquista, spesso con fatica e sofferenze. Una volta conquistata, si consolida con la forza del diritto e si trasmette di generazione in generazione”. Lo scrive il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio inviato a mons. Adriano Vincenzi, coordinatore del Festival della Dottrina Sociale, in corso a Verona. “Un’iniziativa di ampio respiro culturale, che si propone come punto di riferimento per coloro che si ispirano all’economia sociale di mercato”, si legge nel testo. Ricordando il tema dibattuto quest’anno, “Il rischio della libertà”, il Capo dello Stato sostiene che sia “impegnativo e di grande fascino”. “La libertà, con tutti i suoi risvolti, è una questione che appartiene alla vita stessa dell’uomo e alle sue speranze. È principio che fonda e conferisce valore ad altri principi, necessari per il rispetto della persona umana e dei suoi diritti: l’eguaglianza, la democrazia, la solidarietà, la sussidiarietà, come è ben scritto nella nostra Costituzione repubblicana”. L’augurio di Mattarella è che “anche quest’anno il Festival sia capace di mettere in connessione profonda giovani e adulti per un confronto che, sono sicuro, sarà fecondo e costruttivo”.

Nel testo inviato agli organizzatori il Presidente della Repubblica scrive:”Desidero rivolgere un caloroso saluto e un augurio di buon lavoro ai partecipanti e a quanti hanno reso possibile la settima edizione del Festival della Dottrina sociale. I temi affrontati nei quattro giorni di dibattito rappresentano un’agenda rilevante per il futuro del Paese. Dal tema dei territori a quello delle emergenze sociali, al valore dell’associazionismo per la coesione del Paese, il vostro dibattito contribuirà in modo positivo alla vita democratica della Repubblica”.

E poi prosegue:”Viviamo un tempo di cambiamenti profondi, e non dobbiamo averne timore, quanto, piuttosto, impegnarci per guidarli, restando, appunto sempre fedeli ai valori costituzionali. L’impegno personale e di gruppo deve puntare alla condivisione, aspirando a una società inclusiva e a uno sviluppo più attento alla persona”.

E aggiunge:”Esprimo apprezzamento per un’iniziativa che incoraggi i giovani a partecipare al cambiamento del nostro Paese in nome del bene comune, sviluppando modelli ancorati a virtù civiche, consolidando reti di solidarietà e di comunità, promuovendo l’equità”.

Continua a leggere

Argomenti: Associazioni e Movimenti Politica/Interni
Tag: Dottrina sociale della Chiesa Economia Sergio Mattarella
Fonte: SIR