Giornata comunicazioni sociali. Papa Francesco: le fake news si vincono con la verità
Giornata comunicazioni sociali. Papa Francesco: le fake news si vincono con la verità

Condividi:

Era il 7 maggio 1967 quando la Chiesa celebrava la prima Giornata mondiale delle comunicazioni sociali. L’aveva voluta il Vaticano II, l’unica “partorita” direttamente dal Concilio, ed era stata annunciata con il decreto Inter mirifica dedicato agli «strumenti di comunicazione sociale». A promulgare il testo datato 4 dicembre 1963 era stato Paolo VI. E lo stesso Papa Montini avrebbe firmato il Messaggio della Giornata d’esordio dove per tre volte tornava la parola «verità» da «diffondere nelle menti», scriveva il Pontefice, che metteva anche in guardia da «false prospettive», «ingannevoli illusioni» e «allettamenti degradanti» proposti dai media.

A distanza di mezzo secolo quelle intuizioni di Paolo VI vengono come rilette e attualizzate da Papa Francesco nel Messaggio per la 52ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali che si celebra domenica 13 maggio, ossia – come vuole la tradizione – nella domenica dell’Ascensione. Perché sono proprio la «verità» e il «fenomeno delle “false notizie”» al centro della riflessione di Bergoglio che ha per titolo un versetto tratto dal Vangelo di Giovanni “La verità vi farà liberi” e come sottotitolo “Fake news e giornalismo di pace”.

Continua a leggere

Argomenti: Comunicazione Cultura
Fonte: Avvenire