Venezuela. Al via la campagna “riempiamo le pentole” per sfamare un popolo allo stremo
Venezuela. Al via la campagna “riempiamo le pentole” per sfamare un popolo allo stremo

Condividi:

In Venezuela 7 bambini su 10 non ha cibo a sufficienza. Ogni settimana muoiono 5/6 bambini perché il tasso di malnutrizione cresce ogni mese dell’1%. Nel corso del 2018 circa il 26% dei bambini venezuelani sotto i 5 anni soffrirà di malnutrizione acuta (era il 16,8% nel 2017). Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità la soglia del 15% è considerata emergenza alimentare, al 30% si parla di vera e propria carestia. La povertà colpisce oggi l’87% della popolazione, ossia 28 milioni di persone. L’inflazione è alle stelle, con uno stipendio medio di 2.555.500 bolivares (circa 3 euro) che non basta nemmeno per comprare 1 kg di latte in polvere. 9 famiglie su 10 non riescono a mangiare 3 volte al giorno. 6 persone su 10 hanno perso 11 kg nel 2017. Sono alcuni dati di Caritas Venezuela citati oggi a Roma durante la conferenza stampa organizzata da Aiuto alla Chiesa che soffre, in collaborazione con l’associazione “Venezuela piccola Venezia”, che ha lanciato la campagna “Riempiamo le pentole”, con l’obiettivo di distribuire entro l’anno 30.000 pasti solidali nelle parrocchie venezuelane.  Una iniziativa fortemente appoggiata dall’episcopato venezuelano.

Continua a leggere

Argomenti: Mappamondo