Il documento vaticano. Cammino segnato verso una nuova finanza
Il documento vaticano. Cammino segnato verso una nuova finanza
di Stefano Zamagni

Condividi:

Il testo della Congregazione per la Dottrina della Fede «Oeconomicae et Pecuniariae Quaestiones» (Opq) offre spunti per un discernimento etico sul sistema attuale e offre soluzioni per il bene comune.

Originale per il taglio espositivo e soprattutto perché è la prima volta che la Congregazione per la Dottrina della Fede – la cui competenza copre anche le questioni di natura morale – interviene su una materia di Dottrina Sociale della Chiesa. Il lavoro congiunto tra Congregazione e Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale è già di per sé qualcosa che non può passare inosservato e che lascerà il segno.

Opq è poi un contributo intrigante per il modo e per lo spessore con cui affronta una tematica che, come quella della nuova finanza, è oggi al centro delle preoccupazioni della Chiesa e della società in generale. (Papa Francesco ha approvato il Documento che entra pertanto nel Magistero ordinario). Come recita il sottotitolo («considerazioni per un discernimento etico circa alcuni aspetti dell’attuale sistema economico-finanziario» – corsivo aggiunto), non ci troviamo di fronte ad una sorta di esortazione apostolica o ad un testo di taglio pastorale. Piuttosto, vi si legge un’analisi, scientificamente fondata, delle cause remote dei disordini e dei guasti che l’architettura dell’attuale sistema finanziario va determinando.

Continua a leggere

Argomenti: Economia
Tag: bene comune Congregazione per la dottrina della fede Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale Dottrina sociale della Chiesa etica finanza
Fonte: Avvenire