Mali. «Io, tuareg costruttore di pace Cooperazione invece di armi»
Mali. «Io, tuareg costruttore di pace Cooperazione invece di armi»

Condividi:

«Se sei un giovane tuareg non è che tu abbia troppa scelta. Quasi tutti i miei amici hanno imbracciato le armi. Io ho avuto la fortuna di andare a scuola e quindi posso portare avanti il “combattimento” in modo diverso: è per questo che quando ho finito di studiare ho iniziato a lavorare nella cooperazione ». Alto, voce calma, il copricapo tradizionale a incorniciargli il volto, Ousmane Ag Hamatou racconta ad Avvenire la sua storia, che è anche quella di un popolo intero, i tuareg, il popolo del deserto da sempre discriminato in Mali e che ha dovuto lottare per i propri diritti negati. Coordinatore nel suo Paese dei progetti dell’Ong italiana Lvia (socia della federazione Focsiv), il 37enne Ousmane ha scelto un’altra strada, sostituendo le armi con la costruzione di percorsi di pace e sviluppo.
di Paolo M. Alfieri

Continua a leggere

Argomenti: Mappamondo Storie
Tag: cooperazione Focsiv Lvia Mali Ousmane Ag Hamatou pace sviluppo Tuareg
Fonte: Avvenire