A Roma un’ordinanza per le slot: fissate 8 ore di apertura massima
A Roma un’ordinanza per le slot: fissate 8 ore di apertura massima

Condividi:

Slot machine accese per non più di otto ore al giorno. Una misura per limitare l’incidenza della ludopatia in una metropoli come Roma, che da sola ospita il 12% di tutte le “macchinette” del Paese. Con un’ordinanza, firmata sabato 23 giugno, la sindaca Virginia Raggi stabilisce che l’«orario di funzionamento degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincita in denaro» – questa la definizione burocratica delle “macchinette mangiasoldi” – venga limitato agli orari dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23 di tutti giorni, festivi compresi. Questo, ovunque esse siano collocate, cioè in sale dedicate al gioco d’azzardo, al Bingo e alle più varie scommesse ovvero in altre tipologie di esercizi, come bar e tabaccherie. In quegli orari va assicurato lo spegnimento dei singoli apparecchi, tramite interruttore elettrico, e anche che non vi si possa accedere. I nuovi orari andranno resi ben visibili tramite l’obbligatoria esposizione di avvisi all’interno e all’esterno dei locali.
Sono previste sanzioni amministrative che vanno da 150 a 450 euro per locale, indipendentemente dal numero di apparecchi.

(di Gianni Santamaria)

Continua a leggere

Argomenti: Senza categoria
Tag: Gioco d'azzardo ludopatia Roma slot machine Virginia Raggi
Fonte: Avvenire