“Harry Potter” e i 20 anni dall’uscita in Italia con Salani. Un fenomeno mondiale anche al cinema
“Harry Potter” e i 20 anni dall’uscita in Italia con Salani. Un fenomeno mondiale anche al cinema

Condividi:

Giorni fa, sulle colonne del quotidiano “Avvenire” è uscito un bell’articolo a firma di Roberto Mussapi – “Harry Potter. La magia e la poesia”, 14 giugno – dedicato alla creatura letteraria di Joanne Kathleen (J.K.) Rowling, Harry Potter, in occasione dei vent’anni dalla prima edizione del libro sul maghetto inglese uscito in Italia nella primavera del 1998 con l’editore Salani (la prima edizione britannica risale al giugno 1997 pubblicata da Bloomsbury).
Oggi Harry Potter non è solamente una saga composta da sette libri tradotti in 77 lingue, per un totale di oltre 500milioni di copie vendute nel mondo, bensì è uno straordinario caso cinematografico con 8 film (l’ultimo libro, “Harry Potter e i doni della morte” è stato diviso in due parti sul grande schermo), un ciclo di videogame, audiolibri, di diversi parchi a tema, senza contare il sito Pottermore.com, lo spettacolo teatrale “Harry Potter and the Cursed Child” tra West End e Broadway, e le molte mostre itineranti, tra cui “Harry Potter: The Exhibition” disponibile per tutta l’estate a Milano.
Il fenomeno Harry Potter si è attestato a livello globale con oltre 26miliardi di dollari di ricavi, sommando tutte le linee di produzione: dagli 8miliardi al box office ai quasi 8miliardi ottenuti dalla vendita dei libri e gli oltre 7miliardi di merchandising. Harry Potter, però, prima di essere un fenomeno mediale è soprattutto un fenomeno culturale intergenerazionale a cavallo del nuovo millennio. Il Sir offre uno sguardo sul fenomeno, tra letteratura e cinema, grazie anche alla Commissione nazionale valutazione film della Cei.

(di Sergio Perugini)

Continua a leggere

Argomenti: Cinema