Vincere troppo fa male all’Iran. Teheran, la strategia di Trump, il ruolo dell’Europa
Vincere troppo fa male all’Iran. Teheran, la strategia di Trump, il ruolo dell’Europa

Condividi:

Teheran, la strategia di Trump, il ruolo dell’Europa In fondo utilizzare l’iperestensione del nemico è un classico della grande strategia. Avendo fallito nello sconfiggere l’Iran e i suoi alleati sul campo mediorientale, si cerca di colpirlo sfruttando proprio il prezzo dei suoi successi, la sua iperestensione appunto, rischio che si annida dietro ogni espansione geopolitica di uno Stato. E così oggi Washington sembra puntare sulla debolezza economica di Teheran, che ha sì vinto in Iraq e Siria la ‘guerra per procura’ contro l’Arabia Saudita, ma affrontando costi difficilmente sostenibili per un’economia piena di storture come l’iraniana, che si stava a fatica riprendendo dalle dure sanzioni imposte negli anni scorsi per spingerla al compromesso nucleare.

Continua a leggere

Argomenti: Mappamondo
Tag: Iran
Fonte: Avvenire