Anziani soli. Il progetto per l’estate della Comunità di Sant’Egidio. Fare rete contro l’isolamento sociale
Anziani soli. Il progetto per l’estate della Comunità di Sant’Egidio. Fare rete contro l’isolamento sociale

Condividi:

Sono poco meno di quattro milioni gli anziani che vivono soli in Italia. Tra quanti hanno superato gli 85 anni la percentuale è del 52 per cento. Un dato che dice la necessità di una particolare cura di questa fascia di popolazione soprattutto in estate, con i rischi legati al caldo e all’isolamento sociale. Riserva loro una specifica attenzione il progetto della Comunità di Sant’Egidio di cui parla, al microfono di Alessandra Giacomucci, Giuseppe Liotta.

Il progetto è stato presentato in conferenza stampa da Marco Impagliazzo, il quale ha sottolineato l’importanza di proteggere dall’isolamento sociale chi è solo e fragile, soprattutto in questi mesi di caldo dove il tasso di mortalità tra gli anziani si impenna notevolmente, ma che è anche fattore di rischio durante tutto l’anno.

“L’estate è cominciata, ma solo pochi appelli si sono levati finora per la protezione della popolazione anziana – si legge nel comunicato stampa -. La Comunità di Sant’Egidio ritiene indispensabile fare rete per tutelare le persone più fragili dal caldo, che è ormai arrivato pur con caratteristiche diverse dall’anno scorso e fenomeni che confermano una certa “tropicalizzazione” del clima italiano. Ma, soprattutto, occorre proteggere dall’isolamento sociale che è la causa principale della più alta mortalità degli anziani nei mesi estivi, nonché fattore di rischio durante tutto l’anno”.

Per saperne di più e leggere il Dossier della Comunità di Sant’Egidio

Continua a leggere

Argomenti: Associazioni e Movimenti Solidarietà
Tag: anziani Comunità di Sant'Egidio
Fonte: InBlu2000