Politica e società. Rossini (Acli): “Sanare le fratture ripartendo dai territori”
Politica e società. Rossini (Acli): “Sanare le fratture ripartendo dai territori”

Condividi:

 

“Animare la città. Le Acli nelle periferie del lavoro e della convivenza” è il tema del 51° Incontro nazionale di studi che le Associazioni cristiane dei lavoratori italiani promuovono, dal 13 al 15 settembre, a Trieste. Economia, lavoro, formazione, previdenza, fisco, migranti, Europa i temi “caldi”, soprattutto alla luce delle “fratture” che rischiano di incrinare il Paese, in particolare – ma non solo – quella intergenerazionale, quella nord/sud, quella che caratterizza la politica e sarà tema di una tavola rotonda a margine della quale interverrà il premier Giuseppe Conte. Nel corso dei lavori verrà presentato uno studio inedito a cura dell’Iref dal titolo “Le Cinque Italie al voto”, disamina che parte dalla suddivisione dell’Italia in 5 macro-regioni e ne analizza gli ultimi flussi elettorali. Sullo sfondo i 100 anni dalla prima guerra mondiale e dalla nascita di Livio Labor (presidente Acli dal 1961 al 1969), i 50 anni dal Sessantotto e i 40 dalla riforma Basaglia, nata proprio a Trieste. Per l’occasione le Acli presenteranno al capo del Governo alcune proposte legislative in materia di formazione, previdenza, fisco. Facciamo il punto con il presidente nazionale Roberto Rossini.

(di Giovanna Pasqualin Traversa)

Continua a leggere

Argomenti: Associazioni e Movimenti
Tag: Acli Economia famiglia Lavoro migranti Politica
Fonte: SIR