Tratta esseri umani: presentati gli Orientamenti pastorali del Dicastero Servizio sviluppo umano integrale
Tratta esseri umani: presentati gli Orientamenti pastorali del Dicastero Servizio sviluppo umano integrale

Condividi:

Contro la tratta degli esseri umani serve una lotta necessaria e duratura. Lo sottolinea il dicastero per lo sviluppo umano integrale negli orientamenti pastorali su questa piaga aberrante, come l’ha definita Papa Francesco, presentati stamani in Vaticano. in proposito Rita Salerno ha intervistato padre Fabio Baggio, sottosegretario della sezione migranti del dicastero per lo sviluppo umano integrale.

Un fenomeno dai contorni inquietanti, che ha tratti nascosti ed è “molto presente e infiltrato nella vita di tutti i giorni”. E’ la tratta di persone: donne, uomini e bambini che vengono sfruttati a scopo di sfruttamento sessuale o lavorativo. Essendo una realtà sommersa non è possibile fare stime precise, di sicuro coinvolge milioni di persone nel mondo. In Europa sono circa 20 mila ogni anno le vittime di tratta che entrano nei sistemi di protezione e di assistenza. In Italia, a ottobre scorso, risultavano 1.137 vittime assistite nell’ambito di progetti finanziati dal dipartimento per le Pari Opportunità. Contro tutte le schiavitù del XXI secolo l’azione di Papa Francesco e della Chiesa cattolica è chiara ed incisiva. L’ultimo documento della Santa Sede è “Orientamenti pastorali sulla tratta di persone”, realizzato dalla Sezione migranti e rifugiati del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale e presentato oggi durante un meeting point in Sala Stampa Vaticana. Un opuscolo azzurro di 36 pagine che si rivolge a tutti gli operatori pastorali, a tutti i livelli: diocesi, parrocchie, congregazioni religiose, scuole, università, organizzazioni della società civile. Lo scopo è fornire una comprensione del fenomeno ed indicare delle vie d’azione concrete.

Contro la tratta serve collaborazione tra governi e società civile. Contro la tratta urge “una campagna di sensibilizzazione che coinvolga tutti. Noi ci impegniamo come Chiesa cattolica ma serve anche l’azione dei governi” e “tutte le organizzazioni del terzo settore per sollecitare leggi adeguate”: è l’auspicio di padre Fabio Baggio, sotto-segretario della Sezione Migranti & Rifugiati, istituita nel 2017 da Papa Francesco, che ne ha assunto personalmente la guida. Nel documento vengono date indicazioni sulla “capacità di identificare i casi fino alle denunce da portare avanti assieme alle autorità competenti”. Riguardo alla liberazione delle vittime di tratta si consiglia di curare “la reintegrazione e il reinserimento di queste persone nella società, oppure un possibile ritorno con determinate garanzie,

Continua a leggere

Argomenti: Santa Sede
Tag: tratta
Fonte: Radio InBlu