Sea Watch. Malta pronta per approdo dei 49. Muscat: c’è accordo con altri 8 Paesi Ue
Sea Watch. Malta pronta per approdo dei 49. Muscat: c’è accordo con altri 8 Paesi Ue

Condividi:

Il premier maltese ha annunciato che la soluzione per le 49 persone salvate a bordo della Sea Watch e della Sea Eye è stata raggiunta attraverso un accordo con altri 8 Paesi dell’Unione europea. È questione di ore. Joseph Muscat nella conferenza stampa mattutina ha spiegato di aver autorizzato il trasferimento dei migranti sulle navi della marina militare maltese che potranno approdare nel porto di Malta, mettendo così fine all’odissea umanitarie e alle fatiche terribile delle 49 persone soccorse e tenute bloccate in mare per 19 giorni.

Le due navi delle Ong tedesche, invece, non entreranno nel porto maltese: verrà chiesto di allontanarsi immediatamente dopo il trasbordo dalle acque territoriali maltesi.

“L’accordo per la redistribuzione dei migranti è stato trovato con 8 Paesi Ue, tra cui Germania, Francia, Portogallo, Irlanda, Romania, Lussemburgo, Paesi Bassi e Italia” ha spiegato il premier Muscat.

“Oggi il tempo è peggiorato, la situazione a bordo è sempre più difficile. Oggi e domani sarà difficile stare in mare. Anche se si è vicini alla costa non è facile tenere una rotta stabile”. Così dopo 19 giorni tenuti in ostaggio in mare nella mattinata Giorgia Linardi, portavoce della Sea Watch aveva spiegato quali fossero le condizioni meteo e lo stato d’animo delle persone ancora bloccate in mare.

Continua a leggere

Argomenti: Migranti
Tag: accoglienza Malta migranti Sea Watch
Fonte: Avvenire