Sikh. Card. Ayuso: “Riconoscere il diritto dell’altro ad essere trattato con rispetto”
Sikh. Card. Ayuso: “Riconoscere il diritto dell’altro ad essere trattato con rispetto”

Condividi:

“La fratellanza umana per una convivenza pacifica può avere inizio ed essere rafforzata solo attraverso il riconoscimento del diritto dell’altro a vivere con dignità ed essere trattato con rispetto”. Lo ha detto il card. Miguel Angel Ayuso Guixot, presidente del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, aprendo questa mattina a Roma una conferenza interreligiosa sul tema “La fratellanza umana per l’armonia e la pace”, promossa dalla “Sikhi Sewa Society” in occasione del 550° anniversario della nascita di Sri Guru Nanak Dev, fondatore del Sikhismo. Questa religione in Italia è praticata per lo più da fedeli immigrati provenienti dal subcontinente indiano. La stima della loro presenza nel nostro Paese è dibattuta. È attestato, comunque, che l’Italia ospita la seconda comunità sikh più grande d’Europa, dopo il Regno Unito, e che i sikh vivono in maggioranza nelle campagne e lavorano nel settore agricolo. Si stima per esempio che solo nella provincia di Latina i sikh che lavorano nei campi ufficialmente sono 30mila, ma nelle stagioni della raccolta (anche se ormai nelle serre si lavora tutto l’anno) la manodopera potrebbe addirittura raddoppiare. Per 12 ore di lavoro al giorno la paga si aggira attorno ai 4/5 euro.

Continua a leggere

Argomenti: Dialogo interreligioso
Tag: Dialogo interreligioso Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso sikh
Fonte: SIR