Una Conferenza sul futuro per avere più trasparenza, democrazia e partecipazione dei cittadini nell’Unione
Una Conferenza sul futuro per avere più trasparenza, democrazia e partecipazione dei cittadini nell’Unione

Condividi:

La “Conferenza sul futuro dell’Europa” può decollare. Approda oggi, 24 ottobre, alla conferenza dei presidenti dei gruppi parlamentari a Strasburgo; ci ha lavorato nelle scorse settimane la commissione parlamentare per gli affari costituzionali, sigla Afco (come anticipato ieri dal Sir); è stata oggetto di qualche scambio di telefonate tra leader politici e di pareri anche in sede di Consiglio europeo, dove siedono i capi di Stato e di governo. Ma di cosa si tratta? La proposta nasce dalla – tardiva – presa di coscienza che Ue e cittadini europei sono sempre più distanti. La “macchina democratica” dell’Unione è avvertita come “lontana”, troppo complesse le sue procedure, le sue istituzioni tacciate di scarsa legittimità democratica. Ma soprattutto ci si rende conto che la crisi economica, i flussi migratori, Brexit, le instabilità e i conflitti alle porte di casa (Ucraina, Siria, Libia…) dimostrano che l’Ue ha bisogno di ripensarsi, di rafforzarsi, di rendere più autorevole la propria voce sulla scena internazionale. Dal dopoguerra ad oggi si è infatti passati da una comunità del carbone e dell’acciaio a una unione economica e monetaria per giungere – lo si afferma di frequente – a una “comunità di valori”: passi avanti enormi (non sempre coerenti fra loro) che ora, in contesti storici, geopolitici, economici e culturali assai differenti, richiedono maggiore trasparenza, democrazia, partecipazione dei cittadini.

Continua a leggere

Argomenti: Europa
Tag: democrazia Europa
Fonte: SIR