Gaza. P. Romanelli: “Ulteriore escalation del conflitto sarebbe davvero devastante”
Gaza. P. Romanelli: “Ulteriore escalation del conflitto sarebbe davvero devastante”

Condividi:

La situazione è molto tesa. Oggi è tutto chiuso, scuole, edifici pubblici. Siamo in attesa che passi questa ondata di tensione e preghiamo che non si verifichi un’ulteriore escalation del conflitto. Sarebbe davvero devastante per tutti i gazawi che già vivono una quotidianità difficile per mancanza di servizi di base e di prospettive di vita sicura”. Così padre Gabriel Romanelli, parroco latino di Gaza racconta al Sir quanto sta avvenendo nella Striscia. Sono ore di grande tensione dopo che la notte scorsa Israele – in un’operazione congiunta di Esercito e Shin Bet, il servizio di sicurezza israeliano – ha ucciso Baha Abu al-Ata, capo militare della jihad islamica palestinese, ritenuto da Israele responsabile della maggioranza dei razzi lanciati dall’enclave nell’ultimo anno. La Jihad sarebbe anche la responsabile di diversi attacchi contro i soldati israeliani durante le proteste per la “Grande Marcia del Ritorno” che da oltre un anno e mezzo si ripetono tutti i venerdì lungo il confine. Un omicidio mirato che ha provocato l’immediata replica dei militanti: “La nostra reazione farà tremare l’entità sionista”, hanno fatto sapere prima di lanciare decine di razzi da Gaza verso il territorio israeliano. Media israeliani parlano di circa 150 i razzi e colpi di mortaio lanciati dalla Striscia di Gaza contro le aree centrali e meridionali di Israele dall’una della scorsa notte. Sessanta razzi sarebbero stati intercettati dal sistema Iron Dome. Gli israeliani hanno risposto con un velivolo militare che ha ucciso due miliziani nel Nord della Striscia. In totale il bilancio dell’operazione israeliana è di 4 morti e 25 feriti. In un tweet il ministero degli Esteri israeliano scrive che “Israele si difenderà dalla Jihad Islamica finanziata dagli iraniani, un gruppo terroristico che ha sferrato innumerevoli attacchi contro la nostra popolazione civile”.

Continua a leggere

Argomenti: Mappamondo
Tag: Cristiani Gaza guerra Israele
Fonte: SIR