Papa in Giappone. La voce dei buddisti: “Francesco è l’icona del dialogo per la pace”
Papa in Giappone. La voce dei buddisti: “Francesco è l’icona del dialogo per la pace”

Condividi:

Un viaggio nel cuore del Giappone per parlare al mondo di pace e rilanciare la cultura del dialogo e dell’incontro. Per farlo Papa Francesco anche qui chiamerà accanto a sé i leader delle grandi religioni perché la costruzione della pace è un lavoro lungo e paziente che ha bisogno di tutti. All’incontro per la pace di Hiroshima ci saranno rappresentanti dello shintoismo, del buddismo, musulmani ed ebrei. Per le chiese cristiane metropoliti ortodossi e pastori protestanti. Ad Hiroshima parteciperà per i buddisti un rappresentante del movimento Rissho Kosei-Kai. Fondato nel 1938 da Nikkyo Niwano, il movimento conta oggi 1,4 milioni di famiglie, 238 centri Dharma (spesso seguiti da ministri donne), presenti in 19 aree geografiche del mondo. Siamo a Suginami nella periferia di Tokyo. È qui che si trova il quartier generale della Rissho Kosei-Kai. Un insieme di uffici, templi e una grande “casa del pellegrino”. Al centro spicca un enorme edificio a 8 piani. È la “Grande Aura Sacra” che può arrivare a contenere fino a 1.400 persone. Ci sono voluti 8 anni per costruirla e la sua architettura oggi unisce simboli e tradizioni appartenenti a religioni diverse in sintonia con l’apertura al dialogo che caratterizza questo movimento.

Ci accoglie la Rev. Yoshie Nishi, responsabile della sezione giovanile del RKK. È stata recentemente a Roma, ospite di un simposio organizzato dal Movimento dei Focolari. Ha potuto incontrare e parlare in piazza San Pietro con papa Francesco. Un colloquio breve che le ha lasciato il segno. “Lui mi ha ascoltato con grande attenzione e serietà. Il dialogo per lui è uno stile di vita.

Continua a leggere

Argomenti: Dialogo interreligioso
Tag: buddhisti Giappone Papa Francesco viaggio apostolico
Fonte: SIR