Hong Kong. Sisci: “Si è rotto il patto di fiducia e ricucirlo non sarà facile”
Hong Kong. Sisci: “Si è rotto il patto di fiducia e ricucirlo non sarà facile”

Condividi:

“La gente ha votato sostanzialmente contro il governo attuale e a favore delle proteste, e questo è un segnale estremamente significativo. Si tratta di un voto che rivela il vero punto della questione: dopo mesi di manifestazioni, si è rotto il patto profondo tra la gente e il governo di Hong Kong”. Da Pechino, Francesco Sisci, uno dei maggiori sinologi italiani, autore della prima e quindi storica intervista a Papa Francesco sulla Cina, commenta i risultati delle elezioni distrettuali di Hong Kong nelle quali i candidati anti-governativi hanno conquistato quasi il 90% dei seggi (390 sui 452), assestando un duro colpo alla governatrice Carrie Lam e al governo centrale di Pechino. Il governo di Hong Kong ha promesso dal canto suo di ascoltare “con umiltà le opinioni dei cittadini” e di riflettere “con serietà”. “Si apre adesso una fase molto delicata”, osserva subito Sisci, “perché queste votazioni, se da una parte non cambiano di fatto nulla nella politica di Hong Kong, dall’altra sono un segnale molto forte.

Dimostrano che a sei mesi dalle proteste, nonostante le violenze, nonostante tutte le fatiche che ha sopportato la città, nonostante il danno anche sull’economia, la città si è schierata con i dimostranti e contro il governo”.

Continua a leggere

Argomenti: Mappamondo
Tag: elezioni Hong Kong Papa Francesco proteste
Fonte: SIR