Terremoto in Albania: la Caritas albanese pensa al dopo-emergenza
Terremoto in Albania: la Caritas albanese pensa al dopo-emergenza

Condividi:

“Le scosse continuano, in 24 ore se ne sono registrate più di 500 anche di forte intensità. La nottata è trascorsa piuttosto tranquilla. Molte persone che potevano rientrare in casa hanno preferito dormire all’aperto. Il numero delle vittime è salito a 29, purtroppo è ancora provvisorio poiché si stanno cercando alcuni dispersi”. Da Tirana a fare il punto della situazione dopo il sisma di ieri è Ettore Fusaro, di Caritas Italiana. Fusaro è in Albania per supportare la Caritas locale in questa primissima fase di emergenza e soccorso. Oggi giornata di lutto nazionale. Fino a stamattina il numero dei morti era di 28, come riferito dal ministero della Difesa. I feriti sono oltre 650, 32 dei quali in condizioni gravi, e uno in stato critico. Sono 46 fino ad ora le persone estratte vive dalle macerie. “Difficile stabilire il numero dei dispersi – afferma l’operatore Caritas – le loro ricerche sono concentrate in zone ben definite, in tre palazzi e hotel a Durazzo e due immobili collassati a Thumana, a oltre 20 chilometri a nord della capitale, Tirana. Ma si stanno facendo tutte le opportune verifiche nelle zone colpite per altri eventuali dispersi”.

Continua a leggere

Argomenti: Mappamondo
Tag: #Terremoto Albania Caritas Caritas Italiana
Fonte: SIR