Migranti. Una persona su 18 muore in mare per arrivare in Italia
Migranti. Una persona su 18 muore in mare per arrivare in Italia

Condividi:

Aumentano le persone irregolari in Italia a causa del primo decreto sicurezza che ha abolito la protezione umanitaria. E 8 domande di asilo su 10 nel 2019 sono state respinte mentre sono sempre in calo i migranti e i rifugiati arrivati in Europa attraverso il Mediterraneo da gennaio a ottobre.

È la foto di un anno difficile scattata dalla Fondazione Migrantes della Cei nel terzo rapporto dedicato ai richiedenti asilo e rifugiati. Anno in cui il diritto alla protezione oggi sembra sempre più “sotto attacco” in Europa e in Italia. Sono 307.110 i richiedenti asilo per la prima volta nell’UE nei primi sei mesi del 2019 (+ 7% rispetto al 1° semestre 2018), soprattutto siriani, venezuelani e afghani. E circa 81.000 le persone arrivate nella Ue via mare secondo il rapporto “Non si tratta solo di migranti. L’Italia che resiste, L’Italia che accoglie” curato da Cristina Molfetta e Chiara Marchetti e presentato stamane a Modena nell’ambito del Festival della Migrazione (www.festivalmigrazione.world).

Continua a leggere

Argomenti: Migranti
Tag: Europa Migrantes migranti richiedenti asilo
Fonte: Avvenire