Amazzonia colombiana. Tra miniere illegali, narcotraffico e massacri di indios
Amazzonia colombiana. Tra miniere illegali, narcotraffico e massacri di indios

Condividi:

L’Amazzonia colombiana, come il resto della regione panamazzonica, soffre per deforestazione ed estrattivismo indiscriminato. Nel territorio colombiano, però, la crisi della selva è acuita dalla specificità del Paese, dove alla pacificazione del 2016 si è accompagnato il proliferare degli attori illegali, ex guerriglieri ed ex militari, che si sono riciclati nel crimine comune e controllano il mercato della coca. Intervista a Lucia Capuzzi, giornalista di Avvenire, e a padre Angelo Casadei, missionario della Consolata che vive e opera a nel vicariato apostolico di Puerto Leguìzamo – Solano, nel dipartimento di Qaquetà.

Continua a leggere

Argomenti: Mappamondo
Tag: Amazzonia Colombia indigeni miniere narcos
Fonte: Radio InBlu