Lunigiana. «Ecco la casa dove i nostri figli, con sindrome di Down, saranno autonomi»
Lunigiana. «Ecco la casa dove i nostri figli, con sindrome di Down, saranno autonomi»

Condividi:

Un sogno che diventa realtà. Una casa ecologica, in legno, dove i giovani disabili potranno vivere in autonomia. Quello che era solo un desiderio, accarezzato per anni da decine di genitori della Lunigiana che ogni giorno si prendono cura dei loro figli disabili, prenderà forma in quattro mesi a Filetto, un suggestivo borgo medievale nel comune di Villafranca in Lunigiana, a metà strada tra Massa e La Spezia. Grazie allo sforzo straordinario e corale di una comunità che va raccontato. Tutto comincia da Paolo Bestazzoni, 55 anni, architetto, e da sua moglie Giuliana, funzionaria della Asl, ogni giorno impegnata nei cantieri per assicurarsi che gli operai lavorino in sicurezza. Il figlio nato dal loro amore, Pietro, è un simpaticissimo ragazzo con sindrome di Down e disturbo dello spettro autistico. Niente affatto piegati dalla prospettiva di farsi carico, per una intera vita, di un figlio disabile, si sono messi in rete con altri genitori che vivono una esperienza simile.

Continua a leggere

Argomenti: Società
Tag: disabili Down giovani solidarietà
Fonte: Avvenire