Inflazione, ecco come cambia il paniere
Inflazione, ecco come cambia il paniere

Condividi:

Cambia il paniere Istat per l’inflazione. A rappresentare le nuove abitudini di consumo delle famiglie nel 2019 entrano: frutti di bosco e zenzero tra i beni alimentari; bicicletta elettrica e scooter sharing nell’ambito dei trasporti; la cuffia con microfono nel settore tecnologico; l’hoverboard (la tavola elettrica munita di ruote) come articolo sportivo; e la web tv all’interno degli abbonamenti alla pay tv. Escono invece il supporto digitale da registrare (come cd e dvd vergini) e la lampadina a risparmio energetico.

Gli ingressi nel bilanciere Istat indicano come gli italiani siano sempre più orientati a una mobilità sostenibile (bici elettrica e scooter sharing) e sempre più tecnologici, come suggeriscono gli acquisti di cuffie dotate di microfono, utilizzate sia per la comunicazione via web che per i videogiochi. L’Istat certifica poi il successo dell’internet tv e dell’hoverboard, lo skateboard elettrico desiderato da bambini e non solo. La lampadina a risparmio energetico è stata invece sostituita nelle decisioni di acquisto dalla “più moderna lampadina a Led, già presente nel paniere dei prezzi al consumo”, spiega lo stesso Istituto di statistica.

Oltre agli ingressi ex novo l’Istat ha anche apportato degli aggiustamenti: ad arricchire la gamma dei prodotti che rappresentano consumi consolidati, entrano così Tavolo, Sedia e Mobile da esterno (tra i mobili da giardino), Pannoloni eTraversa salvaletto (tra i prodotti medicali) e i prezzi dell’Energia elettrica del mercato libero, che affiancano quelli del regime di maggior tutela (anche se la completa liberalizzazione è slittata al prossimo anno). Riassumendo, nel paniere del 2019 utilizzato per il calcolo degli indici Nic (per l’intera collettività nazionale) e Foi (per le famiglie di operai e impiegati) figurano 1.507 prodottielementari (1.489 nel 2018), raggruppati in 922 prodotti, a loro volta raccolti in 407 aggregati; mentre per l’elaborazione dell’indice Ipca (quello armonizzato a livello europeo) si adotta un paniere di 1.524 prodotti elementari (in lieve ampliamento rispetto ai 1.506 nel 2018), raggruppati in 914 prodotti e 411 aggregati.

L’inflazione rallenta ancora: a gennaio l’indice si ferma allo 0,9%, dall’1,1% di dicembre. Il tasso risulta così in rallentamento per il secondo mese consecutivo, portandosi sotto la soglia dell’1,0%. È il valore più basso dall’aprile del 2018, ovvero da dieci mesi. Su base mensile si registra invece un aumento dello 0,1%. “Il 2019 si apre con un’inflazione in calo, accentuando i segnali di debolezza che avevano caratterizzato l’ultima parte del 2018”.

Continua a leggere

Argomenti: Economia
Tag: Istat
Fonte: TV2000