Santa Sede. Guardie Svizzere: “on line” i moduli di arruolamento
Santa Sede. Guardie Svizzere: “on line” i moduli di arruolamento

Condividi:

E’ on-line il nuovo portale della Guardia svizzera pontificia, ottimizzato anche per smartphones e tablets. Quattro in tutto le lingue proposte. D’ora in poi, le aspiranti Guardie Svizzere potranno scaricare direttamente i moduli per fare la richiesta di arruolamento.

È una delle possibilità introdotte dal nuovo sito web della Guardia Svizzera Pontificia, che per la prima volta include anche i social media (Facebook, Youtube e Instagram) e la possibilità di visualizzare i video, come la nuova serie “1506, la Guardia Svizzera Pontificia si racconta”.“Dopo tanti anni si è reso necessario aggiornare tecnicamente il nostro sito internet per essere al passo con i tempi”, si legge in una nota diffusa oggi dalla Sala Stampa vaticana a proposito della novità telematica, “on line” da questa settimana. Spiccano in particolar modo la visualizzazione molto chiara e i comandi intuitivi.

Il nuovo sito internet è stato ottimizzato per smartphone e tablet e adatta automaticamente il suo contenuto alla grandezza disponibile dello schermo. Il sito unisce la Guardia Svizzera attiva, le ex-guardie svizzere, la fondazione per la Guardia e la fondazione per la nuova caserma.

 

Sono, inoltre, disponibili i contenuti della rivista “Messaggero” riguardanti la Guardia Svizzera e le fondazioni. Anche le operazioni di donazione sono state semplificate: con pochi “clic”, infatti, possono essere sostenute la fondazione della Guardia Svizzera e/o la fondazione della caserma.

I nuovi siti sono consultabili agli indirizzi www.guardiasvizzera.chwww.gardessuisses.chwww.schweizgarde.ch e possono essere cliccati anche i contenuti in lingua inglese.

Guarda anche il servizio di Paolo Fucili

Continua a leggere

Argomenti: Cultura Santa Sede
Tag: Guardie Svizzere
Fonte: Avvenire