Da Grumo Nevano, in Campania, per la regia di Dino Cecconi e il commento di Simona De Santis
Da Grumo Nevano, in Campania, per la regia di Dino Cecconi e il commento di Simona De Santis

Condividi:

La Santa Messa su RaiUno va in onda da Grumo Nevano, in Campania. Situato nella pianura campana al nord della Città metropolitana di Napoli, al confine con la provincia di Caserta. Grumo Nevano è il risultato della fusione di due distinti casali di Napoli: Grumo e Nevano, che in epoca murattiana furono accorpati in un unico comune.

Terra abitata dagli OSCHI e dai SANNITI, che divenne poi dominio dei ROMANI.

Questi luoghi sono anche testimoni del passaggio di San Paolo, che sbarcato a Pozzuoli, andava verso Roma, e il cristianesimo pose qui già in quel periodo le sue radici. Le chiese più antiche tuttavia, risalgono al XVI secolo:  la Chiesa di San Vito, del 1600 e quella di Santa Caterina, risalente al secolo successivo. Poco distante, un complesso scultoreo in bronzo del Maestro Antonio Berti ci introduce alla chiesa dedicata alla Madonna del buon Consiglio. L’edifico sacro, di fine ‘900, sorge nel cuore di un quartiere popolare.

Qui, fino a pochi decenni fa, esisteva una fiorente attività industriale dedicata al settore calzaturiero, di cui oggi rimangono solo alcune piccole imprese. Anche il settore tessile realizzava pregiati tessuti di ricercata bellezza, e oggi sopravvivono piccole sartorie che mantengono però valore e prestigio.

Ricordi di un glorioso passato sono anche alcuni edifici, testimoni di epoche migliori. La storia non dimentica chi per la propria patria ha donato la sua vita. La città con orgoglio ricorda il medico e docente universitario Domenico Cirillo, molto stimato dai suoi concittadini, morto a 70 anni per non rinnegare la sua adesione alla Repubblica Napoletana. Giammai il tempo dimentica il bene operato e l’amore donato.

Patrono della città è San Tammaro, uno dei dodici vescovi africani che, incatenati su un’imbarcazione, furono guidati da un angelo sulle coste della Campania. Tammaro visse quindi santamente da eremita prima di essere acclamato vescovo di Benevento.

Proprio a questo santo è intitolata la basilica in cui oggi celebreremo la Santa Messa. Ricostruita nel ‘700 , in tardo barocco, al posto di una precedente chiesa del XII secolo, la basilica pontificia di San Tammaro si affaccia maestosa sulla piazza antistante. La facciata si erge solenne, suddivisa in tre livelli ed è affiancata dall’imponente campanile a tre piani, di epoca più tarda. Il portale della basilica è affiancato dalle nicchie con le statue dei santi Pietro e Paolo..   Entriamo!

Continua a leggere

Argomenti: Televisione
Tag: Messa RAI Televisione
Fonte: Santa Messa