Comunicazione. Baggio (Aiart):“Rompere le logiche degli algoritmi e dei circuiti chiusi”
Comunicazione. Baggio (Aiart):“Rompere le logiche degli algoritmi e dei circuiti chiusi”

Condividi:

Essere “spett-attori”, cioè “attori non solo della propria esperienza”, ma “capaci di rompere le logiche degli algoritmi e dei circuiti chiusi”. È uno dei progetti di “cittadinanza mediale” portato avanti dall’Aiart, e raccontata dal suo presidente, Giovanni Baggio, nell’ultima giornata del Convegno Cei #ComunitàConvergenti, che si chiude oggi ad Assisi. “Oggi siamo tutti produttori di comunicazione”, ha fatto notare il relatore, sottolineando l’urgenza di “educare non solo all’uso delle nuove tecnologie, ma a ciò che mettiamo in rete”. L’Aiart lo fa anche portando avanti “una storia della comunicazione, dalla selce al silicio, per capire quale desiderio nasconde l’impressionante accelerazione che si è verificata negli ultimi 60 anni”, cioè da quanto è nata l’Aiart ad oggi. Tra le altre iniziative dell’associazione, quella di “elaborare un progetto culturale della famiglia digitale” , per evitare di essere “infelici e connessi” e riequilibrare il rapporto tra le generazioni, nell’uso e consumo dei media, “aiutando le persone a rimanere umane nelle loro relazioni”.

Continua a leggere

Argomenti: Comunicazione
Tag: mass media Televisione
Fonte: SIR