Terremoto. Ecco i fondi per 600 chiese danneggiate
Terremoto. Ecco i fondi per 600 chiese danneggiate

Condividi:

Annunciata da tempo, è stata emanata ieri mattina dal Commissario straordinario Piero Farabollini l’ordinanza per far partire i lavori in 600 delle 3.000 chiese danneggiate dal sisma del 2016 nel Centro Italia. Lo stanziamento è di 275 milioni, le nuove procedure dovrebbe risultare più rapide e semplici. Questo almeno l’auspicio del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che già ai primi di giugno aveva promesso un’accelerazione durante un incontro con i vescovi delle diocesi interessate. Ieri Palazzo Chigi ha accompagnato il comunicato con un eloquente «finalmente », forse a descrivere l’impazienza che stava montando anche ai vertici del governo.

«È un impegno che avevo assunto personalmente – ha detto il premier dopo un vertice con il sottosegretario Vito Crimi e il capo della Protezione civile Angelo Borrelli –. La ricostruzione deve procedere più speditamente, contiamo sugli effetti dello sblocca-cantieri». «Ripristinare la fruizione delle chiese – spiega Farabollini in una nota – è un passo fondamentale nella ricostituzione delle comunità. Le diocesi – continua il commissario – potranno assumere il ruolo di soggetto attuatore e gli interventi saranno sostanzialmente equiparati alla ricostruzione privata».

Continua a leggere

Argomenti: Politica/Interni
Tag: #Terremoto Giuseppe Conte ricostruzione
Fonte: Avvenire