Affidi illeciti. Andria: “Una vicenda incredibile e sconvolgente”
Affidi illeciti. Andria: “Una vicenda incredibile e sconvolgente”

Condividi:

Dopo il gran polverone causato dall’inchiesta “Angeli e demoni” sugli affidi in Val d’Enza, in provincia di Reggio Emilia, vediamo come funziona l’affido in Italia. Esso è regolato dalla legge 184 del 1983 e da quella 149 del 2001. La prima stabilisce il diritto inequivocabile del minore di crescere in un ambiente in cui esprimersi liberamente e affermare le sue capacità. Se una famiglia versa in particolari condizioni, tali da nuocere alla salute psicofisica del minore, quest’ultimo viene collocato temporaneamente presso un altro nucleo familiare, idoneo a garantirgli sostegno economico, ma anche affettivo e morale. L’affidamento familiare è disposto dal servizio locale, previo consenso manifestato dai genitori o dal genitore esercente la potestà, ovvero dal tutore, sentito il minore che ha compiuto 12 anni e, se opportuno, anche di età inferiore. Il giudice tutelare del luogo ove si trova il minore rende esecutivo il provvedimento con decreto. Ove manchi l’assenso dei genitori esercenti la potestà o del tutore, provvede il tribunale per i minorenni. La legge 149 ha dato nuovo impulso all’istituto dell’affidamento, precisando che il minore ha diritto di crescere ed essere educato nell’ambito della propria famiglia. Nel provvedimento di affidamento familiare deve essere indicato il servizio sociale locale cui è attribuita la responsabilità del programma di assistenza, nonché la vigilanza durante l’affidamento con l’obbligo di tenere costantemente informati il giudice tutelare o il tribunale per i minorenni. Lo Stato, le regioni e gli enti locali, nell’ambito delle proprie competenze e nei limiti delle disponibilità finanziarie dei rispettivi bilanci, intervengono con misure di sostegno e di aiuto economico in favore della famiglia affidataria. Considerando anche quanto le leggi stabiliscono, a Pasquale Andria, presidente emerito del Tribunale per i minorenni di Salerno, chiediamo un parere su quanto accaduto in Val d’Enza.

Continua a leggere

Argomenti: Minori
Tag: affido minori
Fonte: SIR