Migranti. De Giorgi: “Non è la presenza dei soccorsi a incrementare le partenze»
Migranti. De Giorgi: “Non è la presenza dei soccorsi a incrementare le partenze»

Condividi:

«Esprimo la mia piena solidarietà e vicinanza al Comandante, all’equipaggio di nave della Gregoretti e al personale delle Capitanerie impegnati nonostante tutto a compiere con onore il loro dovere di marinai per la tutela della vita in mare». È domenica mattina quando arriva un messaggio breve e inaspettato. Il mittente è un uomo solitamente taciturno con la stampa: l’ammiraglio Giuseppe De Giorgi, capo di Stato Maggiore della Marina Militare dal 2013 al 2016, quando fra l’altro guidò una delle più grandi operazioni di soccorso in mare mai registrate nella storia dell’umanità: «Mare Nostrum». Da inossidabile uomo di mare, capace anche di dire dei “signornò” che oggi rivela e rivendica con orgoglio, De Giorgi non smette di navigare. Ha completato da poco la missione su una nave operativa della flotta di Sea Shepherd, l’organizzazione ambientalista nella quale ha comandato ‘Ocean Warrior’, la nave ammiraglia.

Continua a leggere

Argomenti: Migranti
Tag: accoglienza Mediterraneo migranti
Fonte: Avvenire