«Droga capitale»: viaggio nelle piazze dello spaccio
«Droga capitale»: viaggio nelle piazze dello spaccio

Condividi:

Un paio di telefonate e la bamba può arrivare a domicilio, come se fosse una consegna di pizza e supplì. Più spesso, basta fare quattro passi in certe strade, almeno un centinaio. E mezz’ora dopo, a prezzi modici, hai in tasca la polvere di stelle che vuoi. Cocaina da sniffare, eroina da fumare, oppure hashish o marijuana, pasticconi e anfetamine… È il supermarket a cielo aperto di Droga Capitale: da Torre Maura a Trastevere, da Ostia all’Esquilino, oltre una ventina di territori dello spaccio, con almeno un centinaio di piazze, strade, viuzze o condominii dove si può trovare a qualsiasi ora («letteralmente h24», spiega un investigatore) lo stupefacente che si desidera o quello che ci si può permettere. Se l’Italia è sempre in emergenza, la Capitale è un’emergenza nell’emergenza. E del resto è la domanda a moltiplicare l’offerta. Confusi fra la folla di potenziali acquirenti, e a caccia di ‘cavalli’ e fornitori, si muovono ogni sera poliziotti, finanzieri e carabinieri in borghese. Era il mestiere del vicebrigadiere Mario Cerciello, che insieme ai colleghi batteva le piazze dello spaccio, fino a quell’ultima tragica notte di giovedì scorso. Quei luoghi e quelle piazze, insieme agli altri di «Droga Capitale» abbiamo provato a ripercorrerli. E abbiamo parlato con gli investigatori, per tracciare una mappa del traffico di stupefacenti che serva a comprendere in quale ragnatela velenosa sia avviluppata, purtroppo, questa città.

Continua a leggere

Argomenti: Dipendenze Società
Tag: dipendenze droga Roma
Fonte: Avvenire