Terremoto a Norcia: la ricostruzione che non c’è. Mons. Boccardo: “La burocrazia ci affossa”
Terremoto a Norcia: la ricostruzione che non c’è. Mons. Boccardo: “La burocrazia ci affossa”

Condividi:

A tre anni dalle prime scosse del terremoto del 26 agosto che colpirono il Centro Italia, a Norcia e nei centri della Valnerina parlano solo i lenzuoli che pendono dai balconi e dalle finestre. “Aprite i cantieri”, “Vivere=ricostruire”, “unica grande opera, ricostruire il Centro Italia terremotato”, “la ricostruzione non parte, presente e futuro rubato”. Una protesta vibrante ma silenziosa che non risparmia niente e nessuno: “tre governi, tre commissari, solo promesse. Vergogna”.

Mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia, lo sa bene e conferma al Sir: “siamo come eravamo tre anni fa perché una vera ricostruzione manca ancora. Abbiamo ricevuto promesse e assicurazioni. Certamente tante cose sono state fatte e risposte sono state date. Purtroppo mancano quelle più solenni, più visibili. Mi riferisco alla ricostruzione delle case, dei luoghi di lavoro, dei monumenti sia civili che religiosi”. Insomma, “mancano segni di speranza concreta”.

Continua a leggere

Argomenti: Politica/Interni
Tag: #Terremoto centro Italia Norcia Renato Boccardo ricostruzione
Fonte: SIR