Casa Santa Chiara a Padova, dove si vive il dolore con dignità
Casa Santa Chiara a Padova, dove si vive il dolore con dignità

Condividi:

Una casa per accompagnare le persone nelle ultime fasi della loro vita. Nata nel 1994 per accogliere i malati di Aids, dal 2006 casa Santa Chiara ha aperto le sue porte ai malati oncologici in fase terminale. 7 i posti letto, in convenzione con l’azienda Ulss 6, in questa struttura aperta a tutti in modo incondizionato. All’interno operano 21 professionisti affiancati da due medici, una psicologa, un sacerdote e due suore dell’ordine delle Terziarie francescane elisabettine. Suor Chiara e suor Lia non vivono nella casa ma ci passano molta parte del loro tempo. Nei loro sguardi e nelle loro parole si respira aria di un pratico infinito: “Quando arriva un nuovo ospite accogliamo la persona e la famiglia, perché in hospice arrivano tutti e due, uno per un verso, uno per l’altro – spiegano insieme – quindi ci prendiamo cura di chi soffre ma anche di chi gli sta accanto. Un lavoro in sinergia, fatto tante volte solo di sguardi e intese”.

Continua a leggere

Argomenti: Bioetica
Tag: Aids Fine Vita malati
Fonte: SIR