Conte alla Camera. “Un progetto per far rinascere il Paese”
Conte alla Camera. “Un progetto per far rinascere il Paese”

Condividi:

Non “una mera elencazione di proposte eterogenee”, né “la mera sommatoria delle diverse posizioni assunte dalle forze politiche”, ma “un progetto di governo del Paese”. Nel discorso con cui si è presentato alla Camera per il voto di fiducia, Giuseppe Conte ha voluto subito marcare una differenza rispetto al metodo del “contratto” che aveva finito per ingessare il lavoro dell’esecutivo giallo-verde. Il Presidente del Consiglio ha insistito molto sul carattere di “ampio respiro”, di “lungo periodo” del programma del governo. Una prospettiva di durata che ovviamente coincide con le ambizioni politiche dei protagonisti ma che corrisponde anche a un’esigenza di stabilità di cui il Paese ha bisogno per la natura degli interventi necessari, non riducibili a provvedimenti occasionali o elettoralistici. Conte ha parlato di “un progetto riformatore che mira a far rinascere il Paese nel segno dello sviluppo, dell’innovazione, dell’equità sociale”, per cogliere “l’opportunità storica di imprimere una svolta profonda nelle politiche economiche e sociali che restituisca una prospettiva di sviluppo, di speranza ai giovani, alle famiglie a basso reddito, oltre a tutto il sistema produttivo”. “La sfida sul piano interno – ha sottolineato – è quella di ampliare la partecipazione alla vita lavorativa delle fasce di popolazione finora escluse” che “si concentrano soprattutto tra i giovani e le donne, particolarmente nel Mezzogiorno”. In questa chiave “scuole e università di qualità, asili nido, servizi alle famiglie, specialmente quelle con figli, saranno le prime levi sulle quali agire”. E a questo proposito Conte ha annunciato che il governo “si adopererà con le Regioni per azzerare totalmente le rette per la frequenza di asili nido e micro nidi”.

Continua a leggere

Argomenti: Politica/Interni
Tag: camera dei deputati Giuseppe Conte Governo Italia
Fonte: SIR