Dalla Chiesa San Francesco di Paola in Palermo. Regia di Simone Chiappetta, commento di Simona De Santis
Dalla Chiesa San Francesco di Paola in Palermo. Regia di Simone Chiappetta, commento di Simona De Santis

Condividi:

“La città con il più bel panorama al mondo” l’ha definita Oscar Wilde sottolineando l’armonia della vallata tra i due mari e i colori della natura che fa da cornice; Palermo, però, è bella anche per i mille volti con cui si presenta e con cui racconta secoli e secoli di storia.
Palermo è fenicia, è araba, ma anche greca, nei tratti del palazzo dei normanni che, oggi, ospita l’assemblea regionale, dimora di sovrani, sede imperiale con Federico II e Corrado IV, storico parlamento Siciliano. Palermo è normanna, ma anche borbonica, nella meravigliosa basilica che l’edificio custodisce gelosamente nel piano superiore. La cappella Palatina mostra i cicli del tempo nella ricchezza delle tre navate e nei pregiati mosaici che l’adornano, nel pantocratore che domina l’abside centrale, in ogni tassello lavorato che impreziosisce l’edificio e dà gloria a Dio e alle sue creature.

Insomma, Palermo è arte, nei tantissimi monumenti che la delineano e che attirano numerosi turisti da tutto il mondo. Si resta senza parole difronte ai tratti tardo-rinascimentali della fontana pretoria, simbolo del capoluogo siciliano con i suoi quattro ponti di scalinate e con il recinto di balaustre. Le eleganti statue conducono lo sguardo oltre il palazzo Bonocore, rivelandoci, inaspettatamente, un vero proprio gioiello barocco, la chiesa intitolata a Santa Caterina d’Alessandria. Ci invitano ad entrare e a scoprire il favoloso apparato di marmi mischi, gli stucchi e gli affreschi che la rendono un un vero e proprio gioiello, unico nel suo genere, e si fondono armonicamente, nelle immagini della cupola e del trionfo della vergine e martire d’Egitto.

Palermo è vita nei vicoli del centro cittadino e nei mercati rionali che colorano di umanità le zone di Ballarò, della Vucciria, del Capo, e inebriano i passanti di profumi e di quella tipica sicilianità che è insieme realtà e folklore. Palermo è storia e memoria realizzata nelle infinite merlature della cattedrale, nell’imponenza della sua cupola e nella intrigata selva di torre campanarie. È tradizione indissolubile nella devozione a Santa Rosalia, patrona della città, che dall’alto la custodisce e la protegge.

Palermo è fede nelle innumerevoli presenze sacre, negli edifici di culto e  nella chiesa che oggi ospita la celebrazione, nella presenza religiosa dell’ordine dei frati minimi testimoniata da questo edificio dedicato al loro fondatore, San Francesco di Paola. Costruito, probabilmente, su una chiesa più antica dedicata a Santa Oliva, è ancora memoria viva della giovane martire siciliana, compatrona della città, che qui sarebbe stata sepolta.

Continua a leggere

Argomenti: Televisione
Tag: Messa Palermo
Fonte: Santa Messa