Su Rai1 la miniserie “La guerra è finita”: le storie dei bambini sopravvissuti alla Shoah
Su Rai1 la miniserie “La guerra è finita”: le storie dei bambini sopravvissuti alla Shoah

Condividi:

Un “Braccialetti rossi” del Dopoguerra. Così lo ha definito il produttore Carlo Degli Esposti, che con la sua Palomar in collaborazione con Rai Fiction produce “La guerra è finita”, miniserie in quattro puntate in onda su Rai Uno da lunedì 13 gennaio. In prossimità della Giornata della memoria, il 27 gennaio, ma anche in tempi bisognosi di testimonianza, la Rai scommette su un racconto della Shoah con una prospettiva originale, per certi versi quasi inedita: l’infanzia.

È vero, se si parla di cinema, il pensiero va subito a “La vita è bella” (1997) di Roberto Benigni oppure a “Il bambino con il pigiama a righe” (2008) di Mark Herman; ancora prima, poi, ci sono “Jona che visse nella balena” (1993) di Roberto Faenza e “Arrivederci ragazzi” (1987) di Louis Malle. Racconti tutti, potenti e delicati, incentrati sulla notte buia della Storia dell’uomo, sugli anni di smarrimento delle leggi razziali e della “soluzione finale” al tempo della Seconda guerra mondiale. “La guerra è finita” trova la sua originalità decidendo di raccontare il periodo immediatamente successivo alla Guerra, i giorni dopo la Liberazione in Italia; e chiave altrettanto originale è la condivisione dell’elaborazione dei traumi della Shoah seguendo il percorso di ripresa, di riscatto, di bambini ebrei sopravvissuti: feriti nel corpo, mutilati nell’animo, ma pur sempre bambini capaci di riaffermare il bisogno di vita.

Continua a leggere

Argomenti: Televisione
Tag: Giornata della memoria Rai1 Seconda guerra mondiale Shoah
Fonte: SIR