Maria Voce racconta Chiara Lubich, «rivoluzionaria per l’unità»
Maria Voce racconta Chiara Lubich, «rivoluzionaria per l’unità»

Condividi:

Più che la celebrazione di un ricordo vuole essere l’occasione di un nuovo incontro. Il centenario della nascita di Chiara Lubich, che ricorre proprio oggi, ha alla radice la riscoperta del tanto che di lei ancora vive. Nel Movimento dei Focolari, ovviamente. Nelle centinaia di progetti spirituali, sociali, economici, politici ispirati al suo carisma. Ma anche nel coraggio certosino e silenzioso, spesso nascosto, di chi guardando all’esempio di Chiara, lavora giorno dopo giorno per far cadere i muri di diffidenza e separazione che ci siamo costruiti dentro. Nelle donne e negli uomini impegnati nella costruzione di quel mondo unito che è insieme sogno necessario e profezia. «Il motto che abbiamo scelto per questo Centenario è proprio: “celebrare per incontrare” – spiega Maria Voce presidente del Movimento dei Focolari, ruolo cui è stata eletta dall’Assemblea generale alla morte della fondatrice, avvenuta il 14 marzo 2008 –. E l’abbiamo pensato, perché non vogliamo fare un ricordo nostalgico di Chiara. Lei stessa non ne sarebbe stata contenta. Il suo grande sogno, il suo carisma, era un mondo più unito, dove tutti si riscoprono fratelli, appartenenti alla famiglia dei figli di Dio e uniti dall’amore scambievole. È questa la vocazione del nostro Movimento. E finché questo scopo non è raggiunto, non possiamo “avere tregua”, neanche per celebrare la nostra fondatrice. Perciò anche questo centenario vuole essere prima di tutto un motivo per offrire il messaggio di unità di Chiara. E questo interpella tutti noi che l’abbiamo incontrata, che siamo stati toccati dal suo stile di vita, quello di una persona che si è spesa per creare relazioni con tutti coloro che ha incontrato, senza lasciarsi fermare da alcuna differenza di cultura, religione, sesso, etnia, età. Se la seguiamo in questo suo spirito, se anche noi cerchiamo di creare relazioni, di accogliere l’altro senza pregiudizi e senza idee preconcette, allora siamo noi stessi il luogo ed il modo per incontrare Chiara viva».

Continua a leggere

Argomenti: Associazioni e Movimenti
Tag: #focolari anniversario Chiara Lubich Maria Voce testimoni
Fonte: Avvenire