Cinema. «Corti di lunga vita», protagonisti gli anziani veri
Cinema. «Corti di lunga vita», protagonisti gli anziani veri

Condividi:

Raccontare la complessità e il fascino della vecchiaia al di là degli stereotipi attraverso il cinema. E se a farlo sono i giovani, ancora meglio. Questa è a sfida vinta da Corti di lunga vita, il concorso, giunto alla sua terza edizione, che ha raccolto 64 opere provenienti non solo dall’Italia, ma anche da Polonia, Ungheria, Spagna e Colombia. Tutta la vita, il tema di quest’anno, ha ispirato registi e videomaker di tutte le età: dai 17 agli 84 anni. Sono 10 i cortometraggi che hanno superato la selezione del Centro Studi 50&Più per essere sottoposti alla giuria tecnica presieduta da Paolo Virzì, da cui sono emersi i vincitori premiati a dicembre. ma già si sta pensando alla nuova edizione. L’idea del concorso è venuta ad Anna Maria Melloni, direttrice del Centro Studi 50&Più, centro di documentazione e informazione dell’Associazione 50&Più (nata per la valorizzazione del ruolo della persona anziana.e che conta oltre 300mila iscritti). «Io ho fatto molta formazione sull’anzianità a platee di volontari, familiari e operatori servizi – ci racconta –. Mi è capitato di utilizzare sequenze filmiche da incastonare nei percorsi e mi sono resa conto che tante declinazioni dell’invecchiamento non esistevano. Colpisce la polarizzazione molto forte nel cinema e dei media tra l’anziano fragile che ha bisogno di sostegno e l’ anziano molto vitale e con grande dedizione al consumismo. In mezzo, invece, c’è l’anziano reale, che c’è nelle nostre famiglie e che un giorno probabilmente diventeremo».

Continua a leggere

Argomenti: Cinema
Tag: #cinema anziani concorso
Fonte: Avvenire