Dalla parte di chi fa più fatica: Fratelli tutti
Dalla parte di chi fa più fatica: Fratelli tutti

Condividi:

La vita delle persone migranti nella prima pagina di Ecclesia di martedì 6 ottobre all’indomani dalla decisione del consiglio dei ministri di rivedere i decreti così detti sicurezza relativi proprio alla vita di quanti sono arrivati in Italia lasciando i propri Paesi sconvolti dalla violenza o segnati dalla fame. A parlarne, Donatella Parisi, responsabile della comunicazione del Centro Astalli il servizio dei gesuiti per i rifugiati, che ha commentato anche i passaggi dell’enciclica di Papa Francesco “Fratelli tutti” relativi ai diritti delle persone migranti e rifugiate e alla dignità iscritta nella vita di ogni essere umano.
Passaggi che hanno interpellato anche Leonardo Becchetti, docente di economia politica all’Università di Roma Tor Vergata, presidente del comitato scientifico di Next – Nuova Economia per Tutti, da sempre impegnato sul fronte dell’economia civile. Nella sua riflessione uno sguardo sui tratti dell’enciclica che chiamano in causa la politica, il mercato e le realtà impegnate nel contesto sociale a rilanciare un impegno per il bene comune nel segno di una sussidiarietà inclusiva.
E sempre nel solco dell’enciclica “Fratelli tutti”, la pagina conclusiva di Ecclesia ha raccontato la storia di Rondine Cittadella della pace, luogo di incontro e di formazione per giovani provenienti da aree di conflitto, attraverso le parole del presidente Franco Vaccari, testimone della possibilità di rendere concreta la fraternità scommettendo sulla fiducia, sull’ascolto, sull’ospitalità.

Continua a leggere

Argomenti: Migranti Santa Sede
Tag: accoglienza Centro Astalli Enciclica Fratelli tutti Leonardo Becchetti migranti Papa Francesco Rondine
Fonte: InBlu2000