Messico. Nella capitale una “mega” missione diocesana in risposta alla pandemia
Messico. Nella capitale una “mega” missione diocesana in risposta alla pandemia

Condividi:

Una “missione” come risposta alla pandemia. Anzi, una “mega-missione”, in una metropoli dove tutto è “mega”: Città del Messico. Parliamo, infatti, di una delle più grandi città del mondo, probabilmente quella con il più alto numero di cattolici, anche se la popolazione dell’arcidiocesi è scesa considerevolmente un anno fa dopo la creazione delle tre diocesi suffraganee di Azcapotzalco, Ztapalapa e Xochimilco. Si parla, in ogni caso, di oltre 4 milioni di battezzati nell’attuale territorio dell’arcidiocesi. A Città del Messico si trova anche il più grande santuario del mondo, dedicato alla Nostra Signora di Guadalupe, ma al tempo stesso non mancano grandi contraddizioni, squilibri, situazioni di crescente secolarizzazione e, a volte, di anticlericalismo.

Nel cambio d’epoca generare una comunità solidale. Difficile, in una situazione così complessa, mentre il Covid-19 continua a portare malattia e morte, immaginare di dare vita a una missione diocesana. Eppure è proprio questa l’idea che è venuta all’arcivescovo, il card. Carlos Aguiar Retes, il quale ha appunto convocato una “Megamisión”, iniziata lo scorso 18 ottobre, Giornata missionaria mondiale, con un fitto programma che avrà il suo culmine, con 72 ore consecutive di attività, tra qualche giorno e precisamente tra il 13 e il 15 novembre.

Un evento di Chiesa che si tiene con tutte le avvertenze legate al momento di pandemia e, al tempo stesso, motivato anche dall’attuale situazione. “Nel mezzo di questa nuova realtà che affrontiamo, nella quale molti dei nostri fratelli vivono difficili situazioni di dolore, angustia e morte, ciascuno di noi, come battezzato, è chiamato a dare una risposta sensibile e solidale, mostrando il volto di Dio ai più bisognosi”, ha scritto nella lettera di convocazione l’arcivescovo, aggiungendo: “Questo tempo ci deve animare a uscire da noi stessi per amore di Dio e del prossimo, guardando a questo cambio d’epoca come a un’opportunità per generare una comunità solidale e capace di arrivare a tutti, rendendo presente il Vangelo nella diversità culturale di Città del Messico”.

Continua a leggere

Argomenti: Chiesa nel mondo
Tag: Chiesa Messico preghiera
Fonte: SIR