Caritas e Legambiente: “degrado socio-ambientale e risorse, Italia spaccata in due”
Caritas e Legambiente: “degrado socio-ambientale e risorse, Italia spaccata in due”

Condividi:

Quali sono le regioni italiane dove il degrado ambientale e sociale si intreccia più fortemente con la povertà? E quali sono invece quelle che riescono a farvi fronte in maniera più innovativa e creativa, attraverso una nuova economia, circolare e civile? Alcune risposte sono contenute nel rapporto “Territori civili. Indicatori, mappe e buone pratiche verso l’ecologia integrale”, promosso da Caritas italiana e Legambiente e presentato oggi on line, nel quinto anniversario dell’enciclica Laudato si’ di Papa Francesco, alle cui parole sono ispirati i temi di indagine. Le emergenze ambientali colpiscono infatti, in maniera più distruttiva, le aree depresse. I poveri sono maggiormente esposti all’inquinamento, alle mancate bonifiche, al degrado, alla convivenza con zone inquinanti o alla vicinanza ad aree a rischio idrogeologico. I dati della ricerca sono stati raccolti attraverso i Centri di ascolto Caritas presenti in ogni diocesi d’Italia e le indagini svolte da Legambiente nel corso delle sue attività.

Una Italia spaccata in due. Dal punto di vista delle risorse sociali e ambientali emerge la fotografia di un’Italia spaccata in due, con quasi tutte le regioni del Nord collocate nel saldo positivo: Lombardia, Emilia Romagna, Trentino, Veneto e Piemonte.

Continua a leggere

Argomenti: Ambiente
Tag: Caritas Italiana ecologia economia circolare Legambiente
Fonte: SIR