Bari 2020. Card. Sako: “La vera sfida è il nostro futuro”
Bari 2020. Card. Sako: “La vera sfida è il nostro futuro”

Condividi:

“Al momento le condizioni di sicurezza non sono buone. La speranza è che il Papa possa venire in Iraq magari in autunno. Il popolo iracheno lo aspetta con ansia ed emozione. La sua presenza tra noi sarebbe un segnale concreto di forte vicinanza a tutti i Paesi del Medio Oriente, in particolare quelli segnati dalle guerre e dalle tensioni, come per esempio la confinante Siria e lo stesso Iran”.

Incontriamo il patriarca caldeo di Baghdad, card. Louis Raphael Sako, dopo l’incontro avuto in Vaticano con Papa Francesco, venerdì 7 febbraio, insieme ad altri patriarchi cattolici di Libano, Iraq, Siria ed Egitto. “È stato un incontro necessario – racconta al Sir il cardinale –. L’atmosfera è stata molto fraterna e schietta. Abbiamo esposto al Papa le sfide delle nostre Chiese e dei nostri Paesi. Gli abbiamo raccontato la vita dei cristiani. Noi abbiamo bisogno del sostegno del Pontefice per fare fronte a tutte le sofferenze che stiamo patendo. Siamo diventati una esigua minoranza e il nostro avvenire è minacciato. Abbiamo sentito tutta la sua vicinanza e più volte ha ripetuto che anche lui è patriarca, patriarca di Roma, ed è con noi, con le Chiese orientali che sono isolate vivendo in Paesi a maggioranza islamica. È stato un incontro che ci ha confermato nella fede e ci ha donato nuova forza e speranza”. Il card. Sako sarà a Bari per l’incontro dei vescovi promosso dalla Cei, “Mediterraneo, frontiera di pace” (19-23 febbraio). Anche in quell’occasione, spiega, “racconterò le sfide delle nostre Chiese”.

Continua a leggere

Argomenti: Cei
Tag: Bari2020 Cei Louis Raphael Sako Mediterraneo Papa Francesco
Fonte: SIR