Milano. Il coronavirus non ferma la Caritas e la solidarietà verso i poveri
Milano. Il coronavirus non ferma la Caritas e la solidarietà verso i poveri

Condividi:

Il terzo settore milanese messo alla prova dal Coronavirus. La rete di solidarietà cittadina sta ridefinendo il suo modo di operare. Sono soprattutto gli assembramenti il problema da gestire. Ma le onlus si riorganizzano per non interrompere gli aiuti ai poveri ed evitare che siano proprio gli ultimi a venire maggiormente colpiti da questa situazione.
Caritas ambrosiana ha preso una serie di provvedimenti. Le mense continuano a funzionare, ma il pasto non verrà consumato nelle strutture, ma distribuito in sacchetti e buste, in modo da evitare l’affollamento in un unico locale. «Dal momento che i nostri ospiti vengono alla spicciolata e non tutti insieme, riusciamo a fare in modo che non si formino code», fa sapere Caritas. I centri di ascolto nelle parrocchie e gli sportelli restano aperti ma solo su appuntamento, sempre per non affollare le sale d’aspetto; su appuntamento anche le spese negli empori e botteghe solidali. Sospese le attività di doposcuola e le scuole di italiano – in linea con le decisioni prese a livello regionale -, mentre i centri di accoglienza residenziali e notturni restano aperti.

Continua a leggere

Argomenti: Politica/Interni Salute
Tag: Caritas Coronavirus Milano poveri salute solidarietà
Fonte: Avvenire